×

Dal Cero Family – Viticoltori dal 1934

CONOSCIAMO MEGLIO L'AZIENDA

LA STORIA

Questa storia comincia nel 1934, in provincia di Verona, quando Augusto Dal Cero acquista nel comune di Roncà un terreno molto particolare, dominato da due vulcani spenti: Crocetta e Calvarina. Sa che lo aspetta un lavoro duro su quei terreni in salita, ma lui non è un tipo che si spaventa se c’è da faticare.

Per avere quel terreno così fortemente voluto ha dovuto vendere un altro terreno nel Comune di Montecchia di Corsara.

I due vulcani sono lì da più di 40 milioni di anni e il tempo li ha rimodellati, ma lassù ancora si calpesta una terra scura, quasi nera, fatta di lava e tufo. E’ la memoria geologica delle continue eruzioni e colate basaltiche finite nelle acque del mare che, al tempo, stava intorno ai due vulcani. Quando la lava incandescente finiva all’improvviso nell’acqua determinava la tessitura di tipo vetroso delle rocce che ancora formano quel terreno.

Augusto non si intende di geologia, ma di uva si. Il suo istinto gli dice che se dissoda il terreno boscoso sulla sommità dei vulcani e ci pianta una vigna potrà beneficiare di una terra ricca di elementi. Lo scoppio della guerra, nel 1940, blocca i suoi progetti e lo costringe a partire soldato, lasciando la vigna e la famiglia.

Torna dopo quasi cinque anni, quasi tutti spesi sulle aride sabbie dei deserti africani, distrutto, ma fortunatamente vivo e vegeto. C’è da ripartire da capo e rimettere in piedi la fattoria.

Niente e nessuno può fermare un uomo che ha in testa un sogno: allarga le zone destinate a vigneto spingendosi fino alla sommità dei due vulcani. Si ferma solo quando è in cima, oltre ci sono solo le nuvole.

 

Sempre con i piedi per terra

 

Chi è abituato a guardare la terra, a lavorarla e dissodarla con le sue stesse mani la sa riconoscere, sa cosa è in grado di dare e come va trattata. Così come un padre sa cosa insegnare ad un figlio piccolo che ti accompagna passo – passo nel tuo lavoro.

Quando Augusto muore, i due figli, Dario e Giuseppe sono ancora molto giovani. Adesso tocca a loro allargare l’orizzonte del sogno di loro padre: i terreni della tenuta di Roncà dedicati alla vite crescono progressivamente, ma non è finita qui.

All’inizio degli anni ’80 , Dario e Giuseppe rivolgono le loro attenzioni alla Toscana, a Cortona, in una terra di grandi tradizioni vitivinicole. E’ qui che decidono di dedicarsi alla produzione di grandi vini rossi.

Acquistano la Tenuta Montecchiesi, e decidono di impiantare nuove varietà di vigneto in aggiunta all’esistente Sangiovese. Dagli ettari iniziali, con il passare degli anni e grazie a intuito e capacità , moltiplicano per cinque gli ettari della Tenuta di Montecchiesi dedicati alla vite.

In tempi recenti alle due storiche tenute la famiglia Dal Cero aggiunge una terza tenuta: in Valpolicella, su un territorio che è distante solo 15 chilometri da Soave ma completamente diversa in termini di formazione geologica. Questa operazione, realizzata dalla terza generazione della famiglia Dal Cero – Davide, Nico e Francesca – è il segno più tangibile della continuità del lavoro di famiglia: rispetto dei valori della terra, sostenibilità, rapporto diretto con il suolo e con le sue qualità.

 

PASSIONE E FILOSOFIA

I mercati oggi sono conversazioni. Sono cinguettii. Sono post. Sono like.

E’ importante capire, ma soprattutto ascoltare quello che le persone hanno da dire per capire il vino che può piacere.

 

Se è vero che il vino piace sempre di più, è anche vero che cambia sempre più il modo in cui viene consumato in Italia, nel mondo e dalle nuove generazioni. Diventano centrali le aspettative legate alla bevibilità, al gusto, alla sapidità: tutti valori che da sempre fanno parte del patrimonio della Famiglia Dal Cero.

Fino dalle origini questa famiglia ha guardato al vino come un modo per andare incontro alle persone. Un modo per comunicare attraverso i sensi con semplicità. Semplicità che non vuol dire banale, anzi. La Famiglia Dal Cero pur non essendo biologici o biodinamici con certificazione fa sua la filosofia della natura in equilibrio. Mantenere equilibrato in modo naturale il terreno con tutti i suoi organismi per ottenere da viti sane dell’uva, e di conseguenza dei vini di alta qualità.

Semplicità ed essenzialità

Semplicità per Dal Cero vuol dire eliminare tutte le cose che non servono o che confondono per andare all’essenziale. Risalire al carattere di un territorio, dare una ‘voce’ unica ad ogni singolo vino. Anche se cambia il mondo, non cambierà mai la passione che unisce questa famiglia alla terra, al lavoro fatto in prima persona.

 

PERSONE

 

EXPORT MANAGER

Francesca Dal Cero

Si muove veloce su le diverse attività che riguardano sia la gestione della comunicazione che l’esportazione sui mercati esteri. Come tutte le donne, sa e può fare tante cose insieme, non ultima crescere con attenzione una figlia piccola. Con la certezza che un sorriso è il miglior compagno anche nelle trattative più dure.

 

RESPONSABILE DELLA PRODUZIONE E DELLE CANTINE

Davide Dal Cero

E’ un giovane grande uomo di vigna. Lo si può trovare alla guida di un camion all’alba o su trattore sui sentieri che salgono nelle vigne ma anche mettere in prima persona le etichette ai suoi vini. E’ cresciuto svelto in una famiglia che gli ha affidato presto sia le mansioni di gestione della produzione che quella delle cantine. Ha la forza rassicurante di chi porta addosso l’esperienza di tre generazioni.

 

AREA MANAGER ITALIA

Nico Dal Cero

E’ il fratello di mezzo di Davide e Francesca. A lui è legato lo sviluppo del mercato italiano, la distribuzione e la selezione dei punti di vendita nell’ambito della ristorazione per la distribuzione dei vini a brand Dal Cero. Un mercato che in questi ultimi anni è stato sviluppato con forza e con efficacia. A lui fa capo una distribuzione organica e diffusa del brand nell’area della ristorazione e della distribuzione.

 


 

LE TENUTE

 


 

 

SOAVE DI RONCÀ

TENUTA CORTE GIACOBBE

Soave è una denominazione viticola di una area geografica collocata ad est di Verona: la tenuta di Corte Giacobbe è a pochi chilometri dal paese di Soave, poggiata sulla costa del crinale della valle di Roncà.

 

 

LA STORIA DI TENUTA CORTE GIACOBBE

I vigneti che circondano l’antica Corte Giacobbe, sono posti alle pendici dei due vulcani spenti, Calvarina e Crocetta: terreni in generale di origine vulcanica, composti da lava e tufo, ricchi di microelementi. Nei vigneti di proprietà della tenuta vengono coltivati, sotto la attenta cura della famiglia Dal Cero i vitigni di Garganega, Chardonnay e Pinot Grigio.

La particolare storia geologica influenza caratterialmente la costituzione minerale ed organica delle bacche, determinando le spiccate caratteristiche aromatiche e minerali dell’uva ed una piacevole sapidità del vino.

Specificatamente, i vini Cru di Corte Giacobbe sono il frutto delle vigne coltivate sulla sommità del vulcano, in un terreno caratterizzato da una alta presenza di minerali.

 

TERRENO

Siamo al confine delle due province, Verona e Vicenza, dentro la denominazione del Soave, i vigneti si distendono nella parte collinare che avvolge i due vulcani, Calvarina e Crocetta. Dalla sommità, di circa 500 metri di altezza, si gode di una vista unica che spazia ad est fino a Venezia. Nella parte alta, le coltivazioni a terrazza, sono intercalate ad ampie zone di bosco , in gran parte alberi di Acacia.

PIANTE

Nelle piccole terrazze che salgono in alto si alternano, in base alla composizione del terreno ed alla ventilazione i diversi tipi di uve garganega, durella, chardonnay e pinot grigio.

NOTE

Terreno, in generale, è di tipo calcareo ricco di basalto e tufo grigio e nero che determina le spiccate caratteristiche aromatiche e minerali dell’uva ed una piacevole sapidità del vino

SUOLO

Si tratta di terreni di origine vulcanica, composto dalle lave e dai tufi sviluppatisi al seguito di massicce eruzioni avvenute circa 40 milioni di anni fa, nel miocene. Anche ai giorni nostri questo complesso vulcanico è uno dei più rilevanti dell’area veronese

CLIMA

Le notevoli escursioni termiche che si sviluppano durante tutto l’arco dell’anno, caratterizzano il micro-clima che di base si presenta temperato. La notevole circolazione d’aria fredda, proveniente dalla catena montuosa Alpina influisce notevolmente sull’aromaticità dei vini.

UVA

Garganega, durella, chardonnay e pinot grigio

ESPOSIZIONE

L’esposizione a sud garantisce i benefici della luce solare, intensa in tutte le stagioni. Escursione termica accentuata e ventilazione costante rafforzano gli elementi caratterizzanti.

VIGNETI

Il sistema di allevamento è la tradizionale pergola veronese ed il guyot, con una intensità di piante che varia dalle 5.000 alle 6.000 viti per ettaro.

CANTINA

La cantina di proprietà è collocata nella parte bassa della tenuta, in una area attrezzata per la logistica e sviluppata su concetti di basso impatto ambientale.

 


 

VALPOLICELLA

DAL CERO IN VALPOLICELLA

L’amore per la terra di origine è la spinta che ha determinato il progetto in Valpolicella, da parte della terza generazione della famiglia Dal Cero.

Un territorio dalle caratteristiche uniche, sia geografiche che geologiche: una terrazza naturale con vista sulla città di Verona.

 

 

LA STORIA DI DAL CERO IN VALPOLICELLA

Con l’avvio di questo progetto la famiglia Dal Cero ha rafforzato nella continuità i valori posti nel 1934 da nonno Augusto all’atto della fondazione: rispetto dei valori della terra, sostenibilità del territorio, valutazione in prima persona della qualità della terra e delle sue potenzialità.

Per questo motivo Alberto, Davide, Nico e Francesca Dal Cero hanno posto la loro firma sulle etichette. Un modo per ribadire quanto sia importante questa sfida: essere protagonisti in una zona ad alta vocazione come Valpolicella con una voce caratterizzata ed importante nei valori di bevibilità e di sapidità.

 

TERRENO

Siamo nella zona Est della valpolicella su di una terrazza naturale che guarda alla città di Verona. Un territorio dalle caratteristiche uniche dove si combinano in modo straordinario tre diverse tipologie di terreno, i bianchi calcarei, i neri opachi di origine vulcanica e un mix che coniuga i due colori.

PIANTE

Corvina, corvinone, rondinella, molinara allevate secondo il metodo tradizionale di pergola veronese ed una piccola parte a guyot.

NOTE

L’utilizzo del tradizionale metodo di “Appassimento” caratterizza i vini prodotti in questa tenuta.

SUOLO

Si tratta di un amalgama piuttosto complesso di terreni vulcanici, calcarei e compositi. Nelle zone più alte la concentrazione varia a vantaggio di una composizione ricca di minerali.

CLIMA

La costante ventilazione, permette un notevole grado di asciuttezza del terreno. Clima mite legato alla vicinanza del lago di Garda.

UVA

Corvina, corvinone, rondinella, molinara

ESPOSIZIONE

L’esposizione a sud garantisce una quantità di luce e di solarità intensa in tutte le stagioni. Escursione termica e ventilazione costante rafforzano gli elementi caratterizzanti.

VIGNETI

Il sistema di allevamento principale e la pergola veronese alternata all’allevamento a guyot dei nuovi impianti.

CANTINA

La modernissima e attrezzata cantina è stata concepita per l’appassimento, la lavorazione e l’affinamento dei grandi vini rossi della valpolicella.

 


 

 

CORTONA

TENUTA MONTECCHIESI

La tenuta Montecchiesi appartiene alla famiglia dal 1980, quando i fratelli Giuseppe e Dario, figli del fondatore Augusto, attratti dalla grande tradizione vitivinicola toscana, decisero di dedicarsi anche alla produzione di grandi vini rossi, in un territorio di eccellenza per questa tipologia di vini.

 

 

LA STORIA DI TENUTA MONTECCHIESI

Fu una grande sfida, perché per acquisire questa tenuta furono costretti a privarsi della cosa a cui tenevano di più: pur di averla furono costretti a vendersi una parte della tenuta ereditata dal padre Augusto.

Convinti della potenzialità vitivinicola di Cortona, decisero di impiantare nuove varietà di vigneto in aggiunta all’esistente Sangiovese specializzandosi in quel vitigno che si è poi rivelato particolarmente vocato su questi terreni: il Syrah.

Grazie all’ intuito e alle capacità della famiglia Dal Cero si è passati nel corso del tempo dal territorio iniziale ad una area grande cinque volte: tutta completamente dedicata alla coltivazione della vite.

 

TERRENO

I vigneti della tenuta hanno una altitudine che varia tra i 260 ed i 350 mt sul livello del mare. Il terreno è principalmente di tipo argilloso che in virtù del clima mite può contribuire a creare vini di notevole struttura molto adatti ad un lungo invecchiamento. Il vigneto Klanis ad Alberello, che rappresenta l’eccellenza della Tenuta, è posto sulla sommità collinare.

PIANTE

Il vitigno più presente nella Tenuta è certamente il Sangiovese, che è autoctono della zona; ma a questo la famiglia Dal Cero ha affiancato con decisione il Syrah. Grazie a questa intuizione, questo vitigno che ben si adatta al microclima di Cortona, ha potuto beneficiare al massimo delle condizioni ideali per la sua maturazione: estati calde e di sbalzi termici notevoli fra giorno e notte. Nella Tenuta vengono coltivate, inoltre, altre varietà come lo Chardonnay, il Vermentino, il Merlot ed il Cabernet Sauvignon.

NOTE

Il Syrah, che la famiglia Dal Cero ha posto in questa Tenuta e che qui ha trovato il suo terreno di elezione ha consentito di produrre un vino in purezza di grande spessore: Klanis. Questo vino fino dalle sue prime apparizioni è stato in grado di ottenere notevoli riconoscimenti internazionali.

SUOLO

Dal punto di vista litologico il suolo è costituito in gran parte da sabbie argillose, da arenarie marne e scisti che sono, insieme alla presenza di depositi fluvio-lacustri, argille e detriti di falda, la più importante testimonianza del passato idrogeologico dell’area cortonese. In genere poco calcarei, vantano un ottimale punto di equilibrio fra argille, limo e sabbie di diverse dimensioni.

CLIMA

La geomorfologia della zona, con discreti rilievi collinari garantisce anche nelle stagioni più calde e siccitose una costante ventilazione. Il clima mite, anche durante l’inverno, è frutto della vicinanza al lago di Trasimeno, che sviluppa nella zona un effetto mitigatore.

UVA

Sangiovese, syrah, chardonnay, vermentino, merlot e cabernet sauvignon.

ESPOSIZIONE

L’esposizione delle vigne è principalmente rivolta a sud-ovest e la vicinanza con il lago Trasimeno ne offre un ulteriore effetto mitigatore. L’escursione termica accentuata, nelle stagioni primaverili e autunnali, è fondamentale per la costruzione e la maturazione delle uve.

VIGNETI

Vi sono diverse forme di allevamento: guyot, cordone speronato ed alberello. I vigneti sono trattati in inverno con fertilizzanti organici, compost e sovesci primaverili. Le vigne più vecchie della Tenuta, hanno una densità di circa 4500 piante per ettaro, mentre i più recenti variano dai 5000 fino agli attuali 9000/10500 ceppi per ettaro. Questa densità è mirata ad ottenere una concentrazione ottimale delle uve e ad un auto equilibrio della pianta.

CANTINA

Di nuova concezione e tecnologicamente avanzata, si trova nel cuore della tenuta. Costruita con un concetto di basso impatto ambientale è concepita per la lavorazione e l’affinamento dei vini prodotti.

 


 

ABBIAMO IN MENTE UN PROGETTO ORIGINALE

 

Quando la famiglia Dal Cero pensa al futuro, immagina qualcosa che affondi le proprie radici nel passato, perché questo è quello che nostro nonno ha insegnato a nostro padre ed è quello che nostro padre ha insegnato a noi, ed è ciò che insegneremo ai nostri figli.

 

Noi siamo la terra che coltiviamo ed il vino che produciamo.

 

Nella Tenuta di Montecchiesi, a Cortona in Toscana, in un territorio che risulta indicato per le sue qualità è in atto un progetto di coltivazione ad ‘alberello’. Questo tipo di allevamento consente alla pianta di crescere con una esposizione alla luce e al sole a 360°.

La crescita naturale e spontanea della pianta è resa ancora più libera dalla lavorazione rigorosamente manuale e senza uso di additivi chimici.

E’ un modo nuovo di tornare a guardare a cose passate, rafforzandole con le conoscenze di oggi, con l’esperienza di oggi, con la qualità di oggi.

Abbiamo voluto assumerci una responsabilità in più: abbiamo deciso di garantire l’integrità del progetto unicamente con la nostra parola.

 

LINEA AUGUSTO DAL CERO I NOSTRI CRU

Augusto è il fondatore dell’azienda pertanto gli è stata dedicata la produzione più importante e prestigiosa. L’intenzione della linea è di esprimere quanto di meglio ci possono dare le nostre terre, coltivando la vite come ci è stato insegnato dai nostri nonni, in maniera rigorosamente NATURALE, senza prodotti chimici di nessun genere, ispirandoci al concetto di agricoltura BIODINAMICA con un solo scopo: trasformare le nostre splendide e salubri uve, in vino, nella maniera meno invasiva possibile.

 

KLANIS
Cortona DOC Syrah

Vino simbolo della Tenuta di Montecchiesi, nato nel 2007, è il risultato di un’attenta selezione dei vigneti coltivati nell’azienda di Cortona, ad un’altitudine media di 280 metri sul livello del mare. Prodotto con estrema cura e attenzione in quantità limitate, il Klanis Dal Cero si è dimostrato essere un vino di eccellenza, conferma avuta dagli ottimi risultati ottenuti in vari concorsi internazionali.

RUNCATA
Soave Superiore DOCG (cru Vigneto Runcata)

Il Vigneto Runcata è un progetto iniziato e voluto fortemente dal fondatore Augusto Dal Cero, che tornato dalla guerra in Africa, ha piantato i primi vigneti. Davvero particolare è la posizione, si trova sulla cresta che divide due vulcani spenti, Calvarina e Crocetta e poggia su uno strato – vulcano antichissimo, costituito da lave grigie e nere e da tufi.

CUVÈE AUGUSTO
Lessini Durello DOC, non dosato

Un millesimato non dosato di straordinaria struttura, affascinante sintesi di innovazione e tradizione. Alla vista si presenta giallo carico con tenui riflessi dorati, perlage fine e persistente. La lavorazione in grandi botti di rovere austriaco conferisce una sua originalità.

AUGUSTO DAL CERO GOLD SELECTION
Supertuscan

Dalla Tenuta Montecchiesi, in Toscana, una riserva speciale dedicata ad Augusto Dal Cero, il fondatore dell’azienda. Prodotto in quantità limitata e dedicato ai nostri migliori clienti.

VERSÝ IN ROSE
Toscana IGT Rosé

Versý in Rose è nato dalla grande passione di Davide Dal Cero per i vini Rosati, si tratta di un vino innovativo ed unico nel suo genere in Italia.

È un rosé trasgressivo da uve Syrah prodotte e vinificate a Cortona, nella nostra Tenuta Montecchiesi, con un piccolo tocco di Vermentino. Da qui il nome Ver (Vermentino) Sy (Syrah).

Grazia ed eleganza, purezza e freschezza, profumo di fiori e romanticismo. Si parla di veri e propri “versetti in rosa”!

FOCUS SUI PRODOTTI

Vermentino - Chardonnay

Amarone

Valpolicella

Valpolicalla Ripasso

Selverello

Versy in Rose

Sangiovese

Preziosaterra

Miraly

Klanis

Cuvée Augusto

Pinot Grigio Ramato

Soave

Runcata

Pinot Grigio

Brut

Camely

Augusto Dal Cero Gold Selection

CONDIVIDILO
CREDITS

4 months ago

Berti Rappresentanze
Immagine di copertina di Berti Rappresentanze ... See MoreSee Less
View on Facebook

4 months ago

Berti Rappresentanze
View on Facebook

5 months ago

Berti Rappresentanze
Foto dal post di Dal Cero Family ... See MoreSee Less
View on Facebook

7 months ago

Berti Rappresentanze
Per i Giovedì di Luglio presentiamo #chandongardenspritz Una serata speciale con le nostre #scrocchiarelle Vi aspettiamo prima e dopo lo #shoppingserale #prato #pratocentro #pratofood #giovedisera #giovediinpiazzetta #piazzabuonamici #piazzettabuonamici #centro #chandon #chandonspritz ... See MoreSee Less
View on Facebook

I NOSTRI CONTATTI

SEDE UFFICIO
Via G.B. Vico, 19 – 50100 Firenze (Fi)
Tel. 055.242882 Fax. 055.2639696

E-mail: info@bertirappresentanze.com